top of page
alex-perez-pEgsWN0kwbQ-unsplash.jpg

Ricevi la newsletter settimanale coi nuovi post

Grazie, ci sentiamo via email!

“Brilla Sole benevolo, brilla su chi si sente rotto. Brilla finché i due non diventeranno Uno.”

“Brilla Sole benevolo, brilla su chi si sente rotto. Brilla finché i due non diventeranno Uno.”


//


L’illusione della separazione tra gli opposti - che siano Cuore/Mente, Femminile/Maschile, Anima/Ego, Umano/Divino - è parte del gioco che siamo venuti a giocare sulla Terra.


Crediamo al fatto che siamo rotti, da aggiustare, e proiettiamo all’esterno quello che crediamo manchi dentro.


Andiamo alla ricerca di pezzi di noi in giro - negli altri, negli oggetti, nelle esperienze, nei guru - per tentare di sentirci interi.


//


Il fatto è che ci sembra davvero che gli opposti debbano “diventare” uno. Dalla prospettiva umana ci sembra che qualcosa debba “unirsi”.


Ma gli opposti non devono “diventare” uno.

Sono già uno.


Sono già uniti, alla Fonte.

E la Fonte... Siamo Noi.


Però Noi siamo identificati con l’ego e non con la Fonte, e ce ne dimentichiamo.

Non riusciamo a percepire un senso di Unione interiore.


//


“Unire” gli opposti non significa effettivamente unirli.


Significa risvegliarsi al fatto che essi non sono in realtà mai stati separati, disidentificarsi dall’illusione di separazione che crea l’ego.


//


Quando ci risvegliamo alle regole del gioco di separazione in cui ci siamo addormentati, sentiamo che siamo Uno.


All’occhio umano sembra che qualcosa sia effettivamente cambiato.


“Cacchio, in effetti percepisco le cose in maniera diversa e mi comporto in maniera diversa!”


In realtà però...

Non è cambiato davvero nulla.

È avvenuto più un “ricordo”.


L’Anima è sempre stata lì.

Eravamo già Anima, dal giorno uno.


Come se qualcosa ci avesse offuscato totalmente l’esperienza, e noi non riuscissimo a vederci chiaro, ma nemmeno a riconoscere che ci fosse un offuscamento.


Credevamo che l’offuscamento fosse la verità.


Il trip è stato solo ed esclusivamente nostro.


//


A quel punto ci facciamo una bella risata, il velo cade e ci rendiamo conto che: cacchio, in realtà non c’è niente che dovevamo “reincollare” o “aggiustare”: era già tutto qui!


Ma allo stesso tempo, tutto il trip che abbiamo fatto nel cercare di “reincollare” e “aggiustare” ci è servito proprio per arrivare a questo.


Per riuscire a risvegliarci al gioco in maniera più profonda.

Comentarios


© 2023 Silvia Frattali - Privacy Policy - Termini & Condizioni

  • Instagram
  • YouTube
  • Telegram
  • TikTok
  • SoundCloud
  • Email
bottom of page