top of page
alex-perez-pEgsWN0kwbQ-unsplash.jpg

Ricevi la newsletter settimanale coi nuovi post

Grazie, ci sentiamo via email!

La Matrix ti prende per le palle (e per la vagina)

Il potere più insospettabile e silenzioso della “Matrix” risiede nel controllo e nella distorsione della nostra energia sessuale.


È un potere silenzioso perché viviamo nell’epoca della cosiddetta “emancipazione sessuale”…

In cui siamo spinti a credere che questa emancipazione equivalga a libertà, quando invece ne è il suo esatto rovesciamento.


Siamo tutt’altro che liberi. Siamo schiavi dei nostri genitali.


La nostra energia sessuale ci viene succhiata via costantemente perché siamo vittime degli istinti dei nostri genitali.


Non sappiamo cavalcarli senza finire a reprimerli o a disperderli.

Non sappiamo che abbiamo la possibilità e la capacità di incanalare la meravigliosa energia di cui sono canali.


Ci hanno preso per le palle e per la vagina perché, sull’onda del bisogno di uscire da un polo estremo della Matrix - l’idea che il sesso sia di per sé peccaminoso, sporco e sbagliato - siamo finiti risucchiati nel suo polo opposto: la sua robotizzazione, mercificazione e brutalizzazione.


Crediamo sia libertà aver trasformato la sessualità in una performance pornografica, esibire ogni parte del nostro corpo come fosse merce, avere a portata di click infinite gallerie di immagini su cui masturbarsi, collezionare tanti partner sessuali, distruggere l’idea tradizionale di coppia.


Invece è esattamente ciò che chiude i nostri cuori, anestetizza i nostri corpi dalla loro reale sensualità e ci drena totalmente di questa energia divina potentissima, un’energia che se imparassimo a cavalcare…


Be’ letteralmente ci ricorderemmo della nostra divinità e del nostro reale potere creativo.

Creeremmo rivoluzioni, interne ed esterne. Saremmo davvero liberi.


Il sesso non è mai stato così “libero”… E non è mai stato così drenante, meccanico e alienante.


//


Ieri, mentre ero in sessione con uno di voi, ho ricevuto questa domanda: “secondo te, nell’era in cui viviamo, è possibile la fedeltà in coppia, o ormai è impossibile? Siamo bombardati da immagini sessuali, dall’idea che fare sesso con sconosciuti e tante persone è libertà… Che ne pensi?


Nel sentirmi porre questa domanda, una rabbia sacra mi si è risvegliata dentro, e ha infuocato la consapevolezza che è arrivato il momento di parlarvi di sessualità, un tema che porto nel cuore e che ho vissuto su tutta la mia pelle.


Prima di dirvi la mia risposta, un piccolo excursus.


La prima ad aver vissuto entrambi i poli estremi della sessualità “dentro la Matrix” sono stata io. Cresciuta in una setta che mi ha instillato un pervasivo senso di colpa nei confronti della sessualità, una volta fuori quell’energia è esplosa in direzioni distruttive e fuori controllo. Per anni sono stata schiava dei miei genitali, ho anestetizzato il corpo con sesso occasionale e meccanico, mi sono disillusa dall’idea tradizionale di coppia.


Nel profondo ho sempre sentito ci fosse qualcosa di molto distorto. Il sesso non faceva altro che togliermi, invece che nutrirmi. Eppure… Non sapevo come uscirne. Ma la sensazione che un’altra realtà fosse possibile restava permanente.


Negli ultimi tre anni ho iniziato quello che chiamerei un periodo di restaurazione della mia energia sessuale.


Oggi, alla domanda che mi è stata fatta, ho risposto senza alcun dubbio: sì, la fedeltà è assolutamente possibile.

L’infedeltà è dovuta al fatto che le nostre energie sessuali non sono integre.

Al fatto che siamo schiavi di qualcosa che non abbiamo mai avuto modo di conoscere davvero nella sua potenza e sacralità.

Al fatto che le forze disgregative in atto su questo piano - la “Matrix” - succhiano energia proprio dove risiede il nostro potere più grande: nella sessualità, e nella coppia.

Comments


© 2023 Silvia Frattali - Privacy Policy - Termini & Condizioni

  • Instagram
  • YouTube
  • Telegram
  • TikTok
  • SoundCloud
  • Email
bottom of page