top of page
alex-perez-pEgsWN0kwbQ-unsplash.jpg

Ricevi la newsletter settimanale coi nuovi post

Grazie, ci sentiamo via email!

Tutti i (veri) volti della gelosia.

La gelosia è un aspetto egoico molto sfaccettato che spesso entra in gioco in una relazione di coppia.


All’ottava alta, ripulita dalle distorsioni, la gelosia si rivela essere un desiderio di sacralità, vulnerabilità e intimità nella relazione, in cui la coppia diventa un giardino condiviso, le cui energie vanno custodite e protette, ed entrambi i partner si impegnano in questo con la stessa devozione con cui proteggerebbero un tempio.


Considerato questo, a livello condiviso di coppia la gelosia è manifestazione del fatto che questo giardino invece non viene custodito né protetto abbastanza.


È una richiesta di maggiore Cuore e maggiore Presenza.


C’è una “fuoriuscita” all’esterno o una non integrità, più o meno sottile, nelle energie astrali e sessuali dei due partner. Che sia anche solo una mentale e non fisica, non importa.


Questa fuoriuscita energetica ha un impatto sulla coppia. È come se lo spazio energetico condiviso ne venisse inquinato. Chi ha spiccate doti sensibili lo percepisce, non riesce a fidarsi e lasciarsi andare totalmente alla relazione.


In una coppia che non solo vuole essere sana, ma anche sacra, entrambi i partner si impegnano a diventare consapevoli delle proprie energie astrali e sessuali, di come tendono a muoversi nelle interazioni digitali e sociali e a diventarne più padroni.


Allo stesso tempo, il partner che manifesta la gelosia (spesso accade a entrambi, ma uno la tiene nascosta dietro a una corazza….) è chiamato a fare un lavoro personale in profondità, perché la sua tendenza a puntare il dito contro l’altro con gelosia potrebbe essere il segnale di aspetti in ombra e vulnerabilità da accogliere e integrare.


Questo partner potrebbe essere identificato con credenze egoiche come “non sono abbastanza”, “non vado bene” “gli altri sono meglio di me”, “non merito amore”, “vengo sempre abbandonato”, “gli uomini/le donne sono traditori”, “non posso fidarmi di nessuno”.


Queste credenze si vanno inevitabilmente a proiettare sullo specchio della relazione e letteralmente “evocano” situazioni di coppia in cui possano essere inscenate e rafforzate, oppure trasmutate.


Se il partner geloso impara a usare queste situazioni per trasmutare le sue credenze egoiche invece che per confermarle - semplicemente portando consapevolezza, amore e ascolto su di esse e sul dolore emotivo che tengono nell’ombra - la dinamica della relazione comincerà pian piano a riequilibrarsi.


Il partner geloso si percepirà sempre meno geloso, perché sempre meno identificato con un senso di inferiorità, e manifesterà nello specchio sempre meno situazioni che confermano quelle credenze egoiche.


L’imparare a prendersi cura di quel dolore nell’ombra gli permetterà anche di riuscire ad aprirsi sempre più all’altro con vulnerabilità e comunicargli il proprio sentire senza accusarlo o additarlo.


In definitiva, la gelosia può diventare un vero e proprio laboratorio alchemico per entrambi in partner. Un’occasione non solo per ripulire le proprie energie egoiche individuali ma anche per portare energie sessuali sempre più naturalmente fedeli e devote nella relazione.


Questo è il bello dell’alchimia…

Qualsiasi cosa che appare come assolutamente merdosa, la si può sempre trasformare in oro.


//


Il nostro partner, esotericamente e spiritualmente parlando, è qui per rispecchiarci tutte le false credenze egoiche che abbiamo assorbito ed ereditato e “pungolarci fuori” tutto il materiale in ombra che si trova aldilà di queste credenze.


Se perciò tendiamo a cadere in un ruolo di gelosia, stiamo sicuri che il nostro partner incarnerà atteggiamenti che tireranno fuori proprio quella gelosia. Reciterà esattamente il ruolo che serve alla nostra guarigione ed evoluzione.


E così come funziona con la gelosia, funziona con tutti gli altri nodi relazionali.


A livello umano questo processo alchemico di rispecchiamento tira fuori senza dubbio molto spesso tanto dolore, fisico ed emotivo.


Ma a livello esoterico è proprio la “lezione” che ci siamo scelti: vivere quell’esperienza di dolore e separazione, così da raccogliere le informazioni che ci servono per riuscire a trasmutare la credenza egoica radicata che l’ha generata.


Quando impariamo sempre di più a vedere le interazioni di coppia sotto questa lente, una relazione diventa un campo di evoluzione e trasmutazione costante.


Ogni trigger diventa un’occasione di integrazione e risveglio alla totalità e autenticità di chi siamo.


Oltre tutto il dolore, non possiamo far altro che provare gratitudine per quello che abbiamo visto e imparato. Sentiamo che siamo qui per esplorare proprio tutto questo.

Comentarios


© 2023 Silvia Frattali - Privacy Policy - Termini & Condizioni

  • Instagram
  • YouTube
  • Telegram
  • TikTok
  • SoundCloud
  • Email
bottom of page